L'occhio vuole la sua parte. E anche l'udito.

Quando si comunica, non lo si fa solo a parole. Anche le immagini e gli audio hanno un ruolo primario nella divulgazione di un messaggio. Se vogliamo proprio dirla tutta, ce l'hanno sempre di più.
Alle persone non basta leggere: vogliono poter guardare e ascoltare, vivendo un'esperienza sempre più immersiva capace di contemplare quanti più sensi possibili.

Prova a pensare al tuo comportamento nei confronti di un contenuto web: qual è il ruolo delle immagini e degli audio? Cosa risulta esserti molto utile quando devi informarti, se non addirittura formarti, su un argomento?
Pensa anche solo ai mesi di epidemia da Coronavirus: quanto ti sono serviti i contenuti audio su una scala da 1 a 10, ad esempio? Quanti ne hai ascoltati?

Arriva al cuore... passando dalle orecchie!

Le aziende italiane stanno imparando a farsi conoscere e a vendere anche attraverso un advertising audio efficace. Perché la parola non è solo quella scritta!
Un buon messaggio pubblicitario ascoltato più volte su Spotify, ad esempio, può fare breccia nel cuore delle persone meglio di un testo scritto, convertendo con particolare successo. L'empatia che può raggiungere può arrivare a livelli altissimi.

Ecco il motivo per il quale le potenzialità marketing di Spotify devono essere prese in considerazione. Essere presenti su questa piattaforma potrebbe rivelarsi una scelta particolarmente propizia nell'ambito della strategia di vendita aziendale.

L'advertising su Spotify? Semplice e funzionale.

In Italia, le attività di advertising su Spotify sono una novità di questi mesi.
Il principio di funzionamento della piattaforma si basa sulla profilazione degli iscritti. Tutto inizia sempre da lì, ossia dal conoscere il pubblico in modo approfondito. Un aspetto di vitale importanza, questo, perché propedeutico alle successive azioni strategiche di coloro che investiranno a fini commerciali.

Volendo, Spotify mette a disposizione delle realtà aziendali una creatività gratuita per le campagne.
È possibile monitorare e modificare in tempo reale le adv, analizzandone via via l'andamento, e studiare costantemente il pubblico-target. Così facendo si ha la certezza di raggiungerlo nel migliore dei modi e nel momento ideale, massimizzando i risultati del proprio investimento.

Le vie dell'advertising sono infinite (per davvero).

L'importante è valutare le diverse possibilità a disposizione in base agli obiettivi prefissati, al pubblico di riferimento e alla strategia marketing stabilita.
Le persone alle quali ti stai rivolgendo potrebbero essere su Spotify? Se sì, allora perché non raggiungerle con un buon messaggio?

La semplicità di utilizzo di Spotify, e ciò che è in grado di restituire in termini di conversione, sono elementi sufficienti a valutare l'inclusione di contenuti audio nella tua strategia di vendita.
Quello che conta, come al solito, è strutturare un advertising di valore, emozionante, in grado di parlare correttamente al pubblico giusto. Senza questi elementi, senza questa volontà di fare le cose per bene, il tuo "investimento audio" potrebbe perdere gran parte del suo senso e dei suoi buoni intenti...

Per qualsiasi dubbio sull'argomento Spotify, Pittica c'è!
Mettiti in contatto con noi per promuoverti anche su questa piattaforma. Potrebbe essere la scelta più azzeccata per la tua realtà aziendale.